Aggiornamento MCTC Net 2

Cos'è il Protocollo MCTC Net 2?

A seguito della Circolare prot. 6247/698/99 del 16 novembre 1999 è stato avviato un processo innovativo delle modalità di effettuazione delle revisioni eseguite dalla officine autorizzate. Grazie al protocollo MCTCNet è infatti possibile il dialogo tra apparecchiature omologate all'interno del centro di revisione al fine di standardizzare, semplificare e automatizzare la procedura stessa. Dalla sua entrata in vigore, tuttavia, sono emerse alcune problematiche che hanno richiesto una revisione del documento stesso per garantire:

  • Veridicità della prova
  • Sicurezza dei dati
  • Innovazione tecnologica

Il nuovo protocollo, denominato MCTCNet2, rappresenta quindi il perfezionamento del sistema esistente.

Aggiornamento MCTC Net2 delle attrezzature in corso

Dal 1° gennaio 2015 è in corso l'aggiornamento MCTCnet2 delle attrezzature presso i Centri Revisione. La circolare in oggetto conferma l'impegno a proseguire nel percorso avviato senza soste. Riconoscendo l'iniziale difficoltà di approvvigionamento dei componenti necessari per l'aggiornamento si conviene che le attrezzature in scadenza da a gennaio a giugno possano essere aggiornate entro 60gg dalla data di scadenza (per scadenze nel mese di gennaio è consentito aggiornare entro marzo, per giugno e luglio entro agosto). Per usufruire di tale possibilità i Centri Revisione dovranno presentare all'UMC competente, la conferma d'ordine rilasciata dal fornitore, relativa all'avvenuta richiesta di aggiornamento MCTCnet2.

Contattaci per una consulenza »

 

Dal 1 marzo 2015 il CED supporterà la connessione dei soli software PCPrenotazione e PCStazione MCTCnet2.rr

Con la Circolare prot. 6247/698/99 del 16 novembre 1999 sono state emanate le specifiche tecnico funzionali cui le attrezzature di revisione, presenti presso le officine di autoriparazione autorizzate, dovevano rispondere: il protocollo MCTCNet. Lo scopo che si era prefissa l’Amministrazione, era quello di uniformare ed omogeneizzare le procedure relative alla revisione, definendo un linguaggio di comunicazione comune a tutte le attrezzature utilizzate per la revisione dei veicoli, consentendo peraltro la intercambiabilità delle stesse.
Dalla sua emanazione il protocollo è stato soggetto di modifiche al fine di perfezionarlo, ma la necessità di raggiungere obbiettivi quali:

  • Veridicità della prova
    • Garanzia che il veicolo da revisionare sia presente nell’officina;
    • Garanzia che tutti i rilevamenti strumentali, previsti per il veicolo in esame, siano effettuati;
    • Garanzia di un corretto utilizzo delle apparecchiature in ottemperanza a quanto previsto dalla nuova 88/95 e s.m.i.;
    • Assegnazione di un esito e salvataggio dei dati parziali.
  • Sicurezza dei dati
    • I file vengono creati solo dalle apparecchiature o dal PCStazione;
    • La modifica dei file di misura viene rilevata dai nuovi applicativi di controllo;
    • La creazione dei file da parte di entità non omologate viene rilevata dai nuovi applicativi di controllo.
  • Innovazione tecnologica
    • Tempi di aggiornamento più rapidi per adeguarsi alle nuove normative;
    • Automatizzazione degli aggiornamenti software atti alla semplificazione delle procedure e alla riduzione degli interventi di tecnici autorizzati;
    • Istituzione di un portale presso il CSRPAD al fine di registrare tutti i soggetti abilitati ad effettuare, per ciascuna società, le verifiche primitive e periodiche delle attrezzature, ivi compresi i soggetti abilitati dall'Amministrazione;
    • Obbligo di invio giornaliero dei referti elettronici delle prove;
    • Codici antifalsificazione all’interno dei singoli file di prova;
    • Dispositivo di acquisizione dell’immagine del veicolo (telecamera MCTCNet2) sottoposto a prova;
    • Controllo via software che renda impossibile eseguire la revisione nel caso in cui le apparecchiature di revisione non siano in regola con le verifiche periodiche.

ha richiesto non un semplice perfezionamento ma una sua più approfondita rivisitazione che ha portato alla nascita di MCTCNet2. Esso rappresenta il perfezionamento di un sistema assolutamente originale nel panorama comunitario, perseguendo l'obbiettivo di garantire una maggiore adeguatezza del controlli del parco circolante automobilistico e l'interesse legittimo dell'Amministrazione nella sua azione di vigilanza e controllo. I tempi di applicazione/introduzione all'interno dei centri di revisione sono indicati nel seguente cronoprogramma

 

Adeguamento MCTC Net2: le fasi e le scadenze

Quando Partirà MCTC Net2 ?

Quanto tempo mi Rimane e cosa devo fare per adeguare il mio centro di revisione ?

L'adeguamento delle officine al protocollo MCTC Net2 avverà per fasi che sono riassunte nella tabella sottostante. 

FaseInizia ilTermina il
Avvio obbligatorio dell'adeguamento nelle officine delle apparecchiature per la revisione (banco prova freni, prova velocità, analizzatore, centrafari ...) entro il fine mese della verifica periodica 01 Gennaio 2015 31 Ottobre 2015
Presenza di sole apparecchiature MCTC Net2 (adeguate o nuove, cosiddette full MCTCNet2) all'interno dei centri di revisione 01 Novembre 2015 /

Contattaci per una consulenza »